Dieta a punti, dieta a zona, dieta anticellulite o personalizzata: ce n’è per tutti i gusti. Sono sempre di più le persone che, nel tentativo di ritrovare la forma ideale, scelgono una dieta per ritrovare il peso forma e riconquistare un corpo snello, soprattutto all’avvicinarsi di alcuni periodi dell’anno, come l’estate.

Purtroppo, sono anche sempre di più le persone che decidono di fare una dieta e che scelgono un regime alimentare proposto da siti e riviste, piuttosto che rivolgersi a uno specialista, come si dovrebbe sempre fare.  Bisogna dire che oramai, i siti internet dedicati all’alimentazione e alle diete sono tantissimi e propongono numerose tipologie di diete che dovrebbero, in questo modo, adattarsi ad un pubblico il più vasto possibile. Il problema di queste diete, infatti, è la genericità: se uno specialista ha a disposizione le analisi del sangue, il contatto diretto con il paziente, i macchinari adeguati alle misurazioni mediche, i siti internet e le riviste sono obbligati a creare diete che non sono su misura, ma rispettano comunque determinati canoni per riuscire a dare risultati. E’ infatti dai risultati visibile che dipende il successo di queste riviste, mentre uno specialista può comunque spiegare al suo cliente cosa è successo.

Le diete offerte da siti e riviste, quindi, sono per la maggior parte ipocaloriche, ossia sono studiate per fornire uno standard di calorie che è solitamente minore rispetto al fabbisogno giornaliero. Questo provoca una perdita di peso (non sempre dimagrimento reale, inteso come perdita di massa grassa) in quanto il corpo è costretto a bruciare le riserve per equilibrare il dispendio di energie. Il problema di queste diete è però che non sempre fanno bruciare la massa grassa, anzi: la maggior parte delle volte incidono sulla massa muscolare (che è massa magra) e sulla quantità di acqua nel corpo, creando sì una diminuzione di peso, ma non un dimagrimento nel vero senso della parola.

“Specializzarsi” quindi nel dimagrimento localizzato (che comunque non esiste) è la via d’uscita migliore per questi siti. Ed ecco che fioccano le diete a punti, a zona, anticellulite, senza carboidrati, senza lattosio, e le diete incentrate su un numero limitato di alimenti: cose più mirate che si adattano ad un pubblico con esigenze di diversa natura, e che può scegliere la dieta che fa per lui, studiata per chi mangia sempre fuori alla pausa pranzo, o per chi non sa rinunciare al gelato. Numerose diete diverse che promettono tutte di perdere peso in poco tempo e recuperare una buona forma fisica per l’estate che si avvicina, o dopo le abbuffate delle feste.

Bisogna ricordare che se i chili di troppo non sono molti, basta rinunciare a qualche vizio, correggere qualche errore alimentare ed iniziare una vita attiva. Frequentare una palestra o un corso di aerobica permette infatti di accelerare il metabolismo e bruciare quei chili di troppo che si annidano sulla pancia e sui fianchi. Inoltre, le palestre hanno spesso un servizio di consigli alimentari a disposizione dei propri clienti, e questo può già essere sufficiente per recuperare la forma ideale. Se i chili in eccesso sono troppi, invece, è meglio rivolgersi ad un dietologo, che con le analisi del sangue e della composizione corporea saprà stabilire un buon regime alimentare, equilibrato e personalizzato, che permetterà di perdere peso e di mantenere, in seguito il peso forma. Cosa che le diete delle riviste, purtroppo, non fanno.

One Response to “Dieta a punti, dieta a zona, dieta anticellulite o personalizzata”
  1. Elizabetta Says:

    Ciao. Grazie per aver scritto questo blog, i vostri consigli mi hanno aiutato molto.

Leave a Reply