Sei italiani su dieci saltano l’appuntamento del mattino con la tavola. Niente di più sbagliato. Perché per mantenerci in forma è importante fare un’abbondante colazione. Anche se vogliamo smaltire qualche chilo, non dobbiamo rinunciare al primo pasto della giornata, che deve essere completo di tutti i nutrienti, in quanto pasto a tutti gli effetti. Non dimentichiamo, infatti, che la prima colazione ha la funzione di rifornire l’organismo di carburante dopo un lungo digiuno di 10-12 ore, ossia il tempo che passa tra la cena e il risveglio.
Di notte, durante il sonno, il metabolismo è rallentato, ma si bruciano ugualmente le calorie necessarie per il mantenimento delle funzioni vitali. Per questo è importante partire con il piede giusto con una buona colazione, che dia al nostro organismo le calorie sufficienti per affrontare la giornata. Il discorso vale anche per quelli che sono a dieta, e che pensano di dimagrire rinunciando alla colazione. Restare a stomaco vuoto significa costringere il corpo ad attingere alle riserve di zuccheri glicogeni contenuti nel fegato e nei muscoli, col risultato che questi ultimi assorbono il glucosio che manca dalle proteine di cui sono composti. Alla lunga questa specie di auto-cannibalismo rende i muscoli flaccidi e riduce la massa magra a scapito di quella grassa. Ma quali sono gli alimenti più adatti per cominciare la giornata? Semplice.
I carboidrati, come pane e cereali, o gli zuccheri complessi devono fornire circa il 60% delle energie. Questi ultimi, in particolare, a differenza degli zuccheri semplici, sono assorbiti più lentamente e quindi danno al nostro corpo una riserva maggiore di energia. Tra i cereali, privilegiate quelli integrali, ricchi di fibre, vitamine e acidi grassi polinsaturi, che svolgono un ruolo fondamentale nella prevenzione dell’invecchiamento delle cellule. Oppure , se preferite, scegliete il müsli, un preparato di origine svizzera a base di fiocchi di cereali integrali e frutta secca. Gli zuccheri semplici, rappresentati da biscotti e marmellate, devono occupare il posto di dessert: per esempio potete chiudere la colazione con una fetta di pane addolcita da gelatina di frutta in piccole dosi. O, ancora meglio, suggeriamo di spalmare sul pane il pomodoro con sale, pepe e un filo di olio extra vergine di oliva. Ricordate che i grassi sono indispensabili per l’assorbimento delle vitamine liposolubili A, D, E e K. Limitate, invece, il consumo di burro in quanto ricco di grassi saturi e colesterolo, e del latte intero, destinato a bambini e ad adolescenti. Piuttosto sostituite con il latte scremato o con lo yogurt. Non possono mancare la frutta, intera o centrifugata, e neanche la verdura, come le carote e il sedano, che si sposano bene con il sapore dolce della frutta.
Questi alimenti, infatti, sono ricchi di bioflavoni, che contrastano i processi di ossidazione e la formazione dei radicali liberi. Infine, se volete, potete sostituire il classico caffè con il caffè d’orzo o il thè verde, che contiene epicatechine, sostanze che contribuiscono alla prevenzione dei danni cerebro-cardiovascolari.