Le misure ideali sempre sognate dalle donne, un modo per indicare i punti del fascino femminile, un bel seno, la vita sottile e fianchi proporzionati. Con una ginnastica mirata nei punti dove si ha qualche chilo di troppo è possibile avvicinarsi o addirittura raggiungere le misure ideali.
L’allenamento si può svolgere tranquillamente a casa, un’ora a giorni alterni, o per chi non ha tempo può dedicare 15 minuti ogni giorno. I movimenti si effettueranno a corpo libero o con piccoli attrezzi:
pesi da un chilo e mezzo o due; un bastone, una sedia, un elastico anulare alto circa 5 cm, specifico per esercizi ginnici.

Esercizi per il seno

L’inestetismo più comune per il seno è il rilassamento, la caduta verso il basso con il passare degli anni perché i legamenti che lo sorreggono si allentano a poco a poco. Per far apparire un seno ben alto bisogna mantenere una postura eretta, con le spalle indietro. La ginnastica è studiata per allenare i muscoli che lo sostengono: il gran pettorale e il dentato, con la serie di esercizi che vi andremo a spiegare si potrà rendere il seno tonico e sodo.

  1. Seduta su una sedia senza appoggiarsi allo schienale, Afferrare i pesi da un chilo e mezzo, sollevare le braccia a candeliere, in modo che i gomiti siano all’altezza delle spalle e che durante l’esecuzione dell’esercizio venga sempre mantenuto un angolo di 90° all’altezza del gomito. Eseguire delle chiusure centrali delle braccia, ritorna ogni volta alla posizione di partenza, senza mai cambiare l’altezza dei gomiti rispetto alle spalle. Con questo esercizio lavorano i muscoli della parte alta dei pettorali. Effettuare 4 serie da 10 ripetizioni ciascuna.
  2. In piedi con le gambe leggermente divaricate e gli addominali contratti. Le braccia sono parallele ma non completamente tese, sollevate davanti al corpo a un0altezza di 45°; il dorso delle mani è rivolto verso l’esterno e i pugni sono chiusi. Infilare l’elastico anulare all’altezza dei polsi. Eseguire delle aperture delle braccia verso l’esterno, tendendo l’elastico per quanto è possibile. Per eseguire bene l’esercizio non è importante quanto riuscite a estendere l’elastico, ma i gomiti non si devono piegare e non si devono aprire verso l’esterno. Effettuare 3 serie da 10 ripetizioni ciascuna.

Esercizi per punto vita

  1. Per rendere il punto vita sottile ci vogliono attenzioni particolari, per bruciare i grassi in eccesso oltre un lavoro aerobico è necessario fare degli esercizi di tonificazione. Gli esercizi più indicati per assottigliare il punto vita sono le torsioni.
  2. Con questo esercizio si allenano i muscoli retti addominali. Sdraiate a terra, con le gambe flesse e i piedi in appoggio al suolo, le mani dietro la nuca e i gomiti ben aperti, sollevare al massimo le spalle, senza muovere il collo e la testa, appiattendo ogni volta il più possibile il ventre. Il numero delle ripetizioni è soggettivo, per essere efficace l’esercizio va continuato fino a quando si sentono bruciare i muscoli.
  3. Sedersi su una sedia con il busto leggermente inclinato in avanti. Appoggiate il bastone sulle spalle, dietro al collo, e afferrate le estremità con le mani. Non muovendo la testa, fate delle torsioni del busto a destra e a sinistra, i fianchi rimangono fermi, il movimento deve essere veloce e continuativo per almeno 3 minuti.
  4. Utilizzando i pesi di 2 chili, in piedi, con le gambe leggermente divaricate, le braccia sono lungo i fianchi, facendo attenzione che tutta la parte inferiore del corpo sia immobile. Flettere il busto lateralmente verso destra, scendendo il più possibile, e poi verso sinistra. Eseguire 30/40 ripetizioni e poi una serie da 15 ripetizioni con un piccolo molleggio.

Esercizi per i fianchi

I fianchi sono il punto più colpito dalla cellulite, per migliorare questa parte del corpo è importante coinvolgere nell’allenamento alche glutei e cosce.

  1. A terra appoggiatevi sulle ginocchia e sulle mani, con le braccia tese; gli addominali sono contratti, sollevare la gamba destra lateralmente, mantenedi l’angolo di 90° all’altezza del ginocchio e ritornare in posizione di partenza. Effettuare la ripetizione per 15 volte, dopo mantenere la gamba alzata per 10 secondi. Ripetere con l’altra gamba.
  2. Schiena a terra, mani sotto i glutei e gambe sollevate e ginocchia rilassate, mettete l’elastico sotto le ginocchia, aprire e chiudere le gambe, con movimenti lenti e controllati, facendo così lavorare l’esterno delle cosce. Eseguire 3 serie da 15 ripetizioni.
  3. Sdraiate sul fianco sinistro e la testa leggermente sollevata, la gamba sinistra è flessa in modo da formare un angolo di 90°; portare la gamba destra, leggermente flessa, davanti a se, il ginocchio è leggermente ruotato al suolo, tutto il lavoro deve essere concentrato sulla parte alta del gluteo, a questo punto piegare la gamba, in modo da toccare con il tallone il gluteo corrispondente, e poi estenderla di nuovo. Effettuare 2 serie di 20 ripetizioni e ripetere con l’altra gamba.

Leave a Reply