Spesso la giornata in ufficio è lunga da passare: otto ore sedute alla scrivania, senza movimento a parte la pausa caffè o l’intervallo per il pranzo. In più tendiamo ad assumere posizioni sbagliate magari per vedere bene sul computer, oppure tendiamo ad accavallare le gambe perchè in questo modo siamo più comode. Il risultato è che i muscoli della parte alta del corpo sono contratti, così come le caviglie possono essere gonfie. Per evitare questi piccoli inconvenienti è importante interropere la routine lavorativa e dedicarsi a piccoli ma utili esercizi antistanchezza. Questi esercizi sono l’ideale se vogliamo scogliere le tensioni accumulate, riattivare la circolazione delle gambe, e correggere la postura. Sono esercizi semplici, da fare a metà mattina e pomeriggio, utilizzando la sedia come attrezzo.

  • Esercizio n°1: da seduta, abbassa le spalle e allunga le braccia sopra la testa. Afferra le dita (tranne il pollice) della mano destra con la sinistra e tira dolcemente verso l’alto. Ripeti l’esercizio invertendo la posizione delle mani.
  • Esercizio n°2: da sedutadivarica le gambe e allunga le braccia. Appoggia il dorso delle mani all’interno delle ginocchia. Abbandona la testa in avanti per distendere il collo e sciogli la tensione delle spalle. Una volta mantenuta la posizone per 20 secondi, fletti il capo a destra e sinistra.
  • Esercizio n°3: tieni le gambe e i piedi uniti, e, da seduta, fletti il busto in avanti. La posizione da assumere prevede che l’addome sia appoggiato sulle cosce, la testa rilassata, le braccia distese e il palmo delle mani tocchi a terra. Restate in questa posizione per 20 secondi.
  • Esercizio n°4: sempre da seduta, appoggia la schiena alla spalliera della sedia e rilassa le braccia. Distendi e solleva la gamba destra tenendo il piede a martello. Senza forzare, esegui l’esercizio per 5 volte, e poi ripeti con l’altra gamba.
  • Esercizio n°5: afferra il polso sinistro con la mano destra e allunga il braccio verso l’alto. tieni il collo dritto senza piegarlo. Resta così per 15-20 secondi e ripeti l’esercizio invertendo la posizione delle braccia.
  • Esercizio n°6: appoggia le mani appena sopra la nuca e fletti il capo in avanti. Porta il mento verso la gola. Senza tirare, lascia che il peso delle braccia allunghi tutto il tratto cervicale. Resta così per 20 secondi respirando lentamente. Alza piano la testa.

Leave a Reply