Da qualche anno l’acquisto in farmacia e nella grande distribuzione degli integratori si è quasi quadruplicato in Italia. La giustificazione di questo aumento è da ricercarsi nelle proprietà degli integratori: possono migliorare la pelle, rinforzare le difese immunitarie, e combattere lo stress. Ma quando vanno presi e quando no? Vediamo quali sono le tipologie più comuni, e quando ricorre.

Integratori Multivitaminici

Sono i multivitaminici, che contengono un mix di vitamine liposolubili e idrosolubili. Si assumono per un periodo che va dalle 2 settimane ai 2-3 mesi. Fanno bene se c’è carenza accertata di vitamine, in caso di gravidanza, se si è subito un intervento chirurgico o si ha contratto una malattia debilitante, se si hanno problemi di malassorbimento, o se state seguendo diete drastiche o un’alimentazione ricca di grassi. I multivitaminici vanno assunti dietro prescrizione medica, che, dopo una diagnosi, giustifica l’assunzione di questi farmaci e prescrive la ricetta.

Prima del sole

Questi integratori servono per ridurre i rischi dell’esposizione al sole, in quanto ricchi di vitamina C, betacarotene, biotina e Paba. Fanno bene se volete proteggere i capillari, ridurre un’eventuale formazione di macchie, se siete predisposti alle scottature, se al sole la vostra pelle appare secca, oppure se volete proteggervi da eventuali eritemi solari. Tuttavia fate attenzione, in quanto un sovradosaggio di betacarotene può rendere la pelle di colore giallastro, il consumo eccessivo di vitamina B può impedire l’assimilazione delle altre vitamine, e, infine, se assumete dosi prolungate nel tempo ci possono essere sintomi fastidiosi come nausea, febbre o eruzioni cutanee.

Integratori antietà

Per contrastare l’effetto del tempo, ci sono in commercio integratori antietà, ricchi di vitamine A, E, B5e F, da assumere due volte l’anno ma non oltre due mesi consecutivi. Fanno bene se la pelle inizia a perdere elasticità e appare spenta, presenta ispessimento cutaneo formazione di macchie scure, se c’è invecchiamento precoce della pelle, o dovete difendervi da aggressioni esterne come lo smog. Questi integratori vanno presi a dosi ben precise, altrimenti l’eccessivo consumo di vitamina A può provocare danni al fegato, pelle, unghie e capelli. Meglio consultare prima un medico.

Leave a Reply