Negli ultimi anni sono state alleggerite dei grassi e oggi non sono più delle nemiche per il fegato e il cuore. Sono molto usate dalle famiglie italiane, veloci da preparare, economiche, e impiegate per molti usi, dalle frittate alle torte.

Le dosi ideali

Si possono mangiare sino alle 3-4 uova la settimana, la quota di lipidi è decisamente inferiore a quella del passato, anzi i grassi presenti sono in prevalenza acidi grassi insaturi, quelli che proteggono cuore e arterie. In commercio si trovano anche uova arricchite di Omega 3, acidi grassi polinsaturi ad azione antiossidante, che aiutano lo sviluppo delle cellule cerebrali e proteggono il cuore.
Anche se devi perdere qualche chilo di troppo ti puoi concedere 3-4 uova la settimana, un uovo infatti ha solo 76 calorie.
Sono una fonte di vitamine, proteine e sali minerali
Nelle uova sono presenti tutti gli aminoacidi essenziali, alcune proteine che il nostro organismo non è in grado di produrre da solo, per completare ci sono le vitamine (A, D, e del gruppo B), i sali minerali (fosforo, ferro, calcio e zolfo):

I pregiudizi da abattere

Non è vero che quelle con il guscio colorato sono migliori, perché il colore dipende escusivamente dalla razza della gallina. Anche così per il colore del tuorlo, che dipende dal mangime della gallina, l’impiego di erba medica intensifica il colore, ma non influenza né il gusto né i valori nutrizionali.
Le uova sono adatte anche ai bambini nell’età dello svezzamento, cioè dopo i 6 mesi, si possono far mangiare al bambino anche perché sono una fonte di ferro e proteine.

Come fare a verificare se è fresco?

Per quelle imballate fa fede la data di scadenza, se invece si comprano le uova sfuse o non ti ricordi da quanto tempo sono in frigo, metti l’uova davanti una fonte di luce e cerca di vedere in trasparenza, l’altezza della camera d’aria, quando è fresco non deve superare i 4-6 millimetri; oppure metti l’uovo in un bicchiere con acqua e sale, l’uovo quando invecchia diventa più leggero e quindi galleggierà in superficie, al contrario se è fresco, va sul fondo.
Come conservarle
Una volta a casa bisogna conservare le uova in frigo, nel loro scomparto o nella loro confezione, bisogna fare in modo che il guscio non venga a contatto con altri alimenti, per ebitare contaminazioni con eventuali germi o microrganismi presenti sul guscio. Non utilizzare oltre la data di scadenza.

Le uova sono il piatto ideale per per un menu veloce e nutriente, in basso due ricette per chi è solo:

Uova strapazzate e dietetiche
Ingredienti: 2 uova, 2 cipollotti tritati finemente, un cucchiaio di fiocchi di latte, sale e pepe.
Preparazione: sbattete le uova, mettere sale, pepe e i cipollotti. Scaldate un tegamino antiaderente e aggiugere le uova, mascolare con un cucchiaio per evitare che si attacchino al fondo. A metà cottura aggiungere i fiocchi di latte e mescola energicamente, togliere il tegamino dal fuoco.

Pasta all’uovo e basilico
Ingredienti: 80 g di spaghetti, un uovo, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, uno spicchio d’aglio, un po’ di pecorino, 12 foglie di basilico, sale e pepe.
Preparazione: Nel frullatore metti l’uovo, l’olio, l’aglio, 6 foglie di basilico, sale e pepe. Frulla per un paio di minuti. Lessa gli spaghetti, scolali al dente e rimettili nel tegame, aggiungi il composto di uova e il pecorino e lascia sul fuoco per un paio di minuti. Cospargere il restante basilico e servire.

Leave a Reply