Sei riuscito a dimagrire e hai raggiunto il tuo peso forma. Ma la cosa più difficile ora è mantenerlo.
Ti aiuteremo con dei consigli infallibili e collaudati. Sono dei piccoli accorgimenti, che seguiti quotidianamente, ti consentono di mantenere il peso giusto.

Mangiare in modo equilibrato

Perché un’alimentazione sia equilibrata le calorie introdotte al giorno devono essere fornite per il 55-65% dai carboidrati (1/4 di zuccheri semplici: zucchero comune, frutta, dolci, miele, latte e bibite; e il resto dagli amidi: farina, pane, pasta, riso, patate e legumi). per il 15-30% dai grassi (1/3 da quelli saturi, per lo più di origine animale, 2/3 da quelli insaturi, alimenti di origine vegetali). Per il resto dalle proteine (contenute nella carne, nel pesce, nelle uova, nel latte e nei formaggi).

Mangiare in modo vario riducendo e distribuendo le calorie

Nessun alimento, da solo, è in grado di fornire tutti i nutrienti che servono all’organismo. La dieta deve essere, perciò, il più variata possibile. Le calorie devono essere assunte nell’arco della giornata in 5 pasti: tre principali e due spuntini. Questo per facilitare la digestione e non rischiare di rimanere senza energie. Come succede a chi fa una prima colazione leggera, a pranzo mangia poco e nulla, ma la sera si abbuffa.

Fare una prima colazione abbondante e una cena leggera

La prima colazione è un pasto importante, perché deve fornire le energie all’organismo per affrontare le attività della giornata. La colazione deve prevedere il caffè o tè, latte o yogurt, pane, biscotti secchi o fette biscottate, miele o marmellata, spremute o frutta fresca. Diversi studi hanno infatti dimostrato che, le persone in sovrappeso spesso non fanno la prima colazione, ma si limitano a prendere un caffè, saltano il pasto di mezzogiorno, perché fanno spuntini fuori orario, per poi abbuffarsi la sera. Mantenersi leggeri la sera, è importante per evitare di andare a letto, con la digestione ancora in corso. Si è notato anche, che nella maggior parte delle persone, il metabolismo rallenta man mano che si avvicina l’orario di andare a dormire. La conseguenza è, che le calorie assunte in eccesso sono più difficili da smaltire.

Non superare due bicchieri di vino al giorno, bere molta acqua.

Il vino, come tutte le bevande alcoliche, fornisce calorie, ma non sostanze nutritive. Tuttavia, bevuto a piccole dosi e soprattutto durante i pasti, migliora la digestione e stimola la circolazione. Un eccesso di vino può portare danni al fegato e al pancreas, oltre che disturbi al sistema nervoso. Bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno, facilita il lavoro di depurazione dei reni e contrasta la stitichezza. L’ideale sarebbe imparare a bere anche quando non si ha sete, soprattutto quando si suda o nelle persone anziane anziane, l’avviso di bere scatta troppo tardi, quando le cellule si stanno già disidratando.